skip to Main Content
Impianto D’allarme, Guida All’acquisto

Impianto d’allarme, guida all’acquisto

L’impianto d’allarme (conosciuto anche con il termine “antifurto“) è un dispositivo che negli ultimi anni è diventato sempre più richiesto nelle nostre abitazioni; l’aumento dei furti ed i prezzi in costante calo hanno fatto sì che questo accessorio non sia più considerato un lusso ma parte integrante delle dotazioni standard di ogni abitazione.

Abbiamo deciso di realizzare questo articolo per cercare di mettere un pò di ordine nella miriade di prezzi ed offerte che ogni giorno vediamo sui principali canali pubblicitari. Tutti promettono di proporre il dispositivo più all’avanguardia e nello stesso tempo il più economico, quali sono le principali variabili che incidono sul prezzo? Proviamo ad analizzarle insieme.

Quanto costa un impianto d’allarme?

La risposta, come è logico che sia, non si esaurisce in un articolo e forse non basterebbe neanche un libro intero. Possiamo però elencare le principali variabili che incidono sul costo di un impianto d’allarme, anzi forse è meglio dire: sul costo di un impianto di sicurezza perchè al giorno d’oggi la maggior parte dei sistemi di antifurto può essere correlato anche da impianti di videosorveglianza e rilevatori da fare invidia a James Bond. In questo articolo volutamente non citeremo nessuna marca di impianti antifurto per non sbilanciarci su pareri troppo soggettivi ma ci limiteremo a fare considerazioni oggettive ed imparziali.

Quali sono i migliori impianti d’allarme?

La primissima domanda che un utente medio si farà è la seguente: quali sono i migliori impianti d’allarme in circolazione? Uno dei modi più facili e veloci senza muoversi da casa è ricorrere al buon Google perchè al giorno d’oggi è possibile reperire moltissime informazioni in pochi minuti anche su argomenti che conosciamo.

L’utente supponiamo che effettuerà delle ricerche del tipo: migliore impianto di allarme, impianto allarme economico, migliori marche antifurto, ecc ecc.
I più scaltri non disdegneranno neanche un giretto su Youtube per vedere qualche video recensione del tanto blasonato sistema d’allarme sentito nominare la sera prima durante uno dei tanti reclam.

Non possiamo sapere se questo passaggio potrà aiutare l’utente medio a schiarirsi le idee, quello che è certo è che da li a poche ore il nostro amico inizierà a vedere sul suo computer pubblicità di allarmi ovunque. Magia? no semplicemente Google ha capito che c’è interesse in quel campo e così verrà mostrata pubblicità targhettizzata.

Impianto allarme fai da te oppure chiamo un tecnico?

una volta che il nostro utente tipo si sarà fatta un’infarinatura più o meno veritiera sul settore, la domanda successiva sarà la seguente: preferisco realizzare un impianto d’allarme in maniera autonoma oppure mi rivolgo ad un professionista?

A volte con il fai da te si riescono a risparmiare dei soldi, a patto però di avere una minima conoscenza tecnica ma soprattutto di essere in grado di scegliere il migliore prodotto senza farsi ingannare dalla pubblicità. Funziona un pò così con tutto: dall’automobile alla cucina, dallo smartphone al trapano….

Contattando un professionista serio si avrà la certezza di un prodotto di qualità, se non conoscete nessun professionista del settore una buona metrica sono sempre le recensioni che le persone rilasciano. Non basatevi solo sul giudizio finale ma guardate anche il numero di recensioni perchè ovviamente non bastano 3 persone che dicono di essersi trovate bene per stare tranquilli.

Impianto allarme cinese o impianto allarme di marca?

Il titolo in realtà è abbastanza provocatorio in quanto al giorno d’oggi esistono anche alcuni impianti d’allarme cinesi di marca con una discreta qualità, la maggior parte però sono molto economici.

Che l’utente abbia deciso di installare un impianto d’allarme fai da te oppure che si sia rivolto ad un professionista a questo punto dovrà decidere che tipo di impianto d’allarme installare. Nel caso di un professionista è probabile che siano stati richiesti almeno due o tre preventivi per cercare di valutare tutte le strade percorribili.

Impianto allarme di proprietà o impianto allarme a noleggio?

La maggior parte delle persone pensa che tutti gli impianti d’allarme siano di proprietà del cliente finale, in realtà esistono alcune aziende produttrici di impianti d’allarme che propongono una soluzione chiavi in mano con un canone mensile. Conviene questa soluzione? Non sta a noi deciderlo, di sicuro se il nostro utente tipo decide per la soluzione a noleggio deve assicurarsi che la ditta sia seria.

Quali variabili incidono sul costo di un’impianto d’allarme?

Come fa un impianto d’allarme a costare 100 € ed uno 5000 € ? Come tutte le cose esistono numerose variabili che incidono sul costo finale del nostro antifurto (o meglio del nostro impianto di sicurezza)

  • Marca antifurto – Conosco la marca dell’impianto d’allarme? Non basta che il brand sia gettonato sui canali pubblicitari, ci sono alcune marche di impianti d’allarme conosciute dagli addetti ai lavori che magari non investono in visibilità ma preferiscono farlo in ricerca e sviluppo.
  • Anni sul mercato – Da quanti anni è presente sul mercato il marchio? si è sempre occupato di sicurezza?
  • Recensioni clienti – Abbiamo cercato su google le recensioni dei clienti finali? Come si sono trovati?
  • L’impianto d’allarme è modulabile? Esiste la possibilità ad esempio in un impianto d’allarme di 10 anni fa di inserire un nuovo componente? Questa è una valutazione molto importante da fare per prevedere il più possibile la scalabilità dei componenti.
  • Alcuni sistemi di allarme forniscono anche il collegamento alla centrale operativa. Siamo sicuri che sia una centrale operativa oppure è solo un call center? Qui esiste un dato oggettivo: se l’allarme costa troppo poco difficilmente sarà una centrale operativa
  • Manutenzione – Ogni quanto occorre fare manutenzione all’impianto? Quali sono gli interventi di manutenzione ordinaria richiesti? (es. la sostituzione delle batterie)
  •  Garanzia – Quanto è garantito l’allarme? Esiste un’estensione di garanzia facoltativa?
  • Privacy – Nel caso in cui vi sia anche un impianto di videosorveglianza, so dove andranno a finire le immagini registrate?
  • Prezzo – Dopo che mi sono fatto un’idea sul prezzo medio di un impianto d’allarme è buona cosa fare dei paragoni. A parità di qualità, prestazioni, garanzia ed affidabilità non può esserci molta discordanza sul prezzo finale.

Queste sono solo alcune delle numerose variabili da tenere in considerazione, se avete qualche dubbio o per un parere tecnico sulla questione potete tranquillamente contattarci senza impegno.

Call Now ButtonChiama Ora
error: Content is protected !!
Back To Top